Il tempio della Dea

Il Tempio della Dea

Associazione di Promozione Sociale e Centro Ricerche per la Partnership

Cosa facciamo e perché

Le attività dell’Associazione e le sue finalità sono ispirate a principi di cooperazione e partnership; pari opportunità, di equilibrio tra femminile e maschile, cooperazione tra donna e donna, interscambio tra donne e uomini, creazione di una società equilibrata e gilanica, fondata sui principi della partnership e rispettosa dei diritti inviolabili della persona. Attività e principi si ispirano anche agli insegnamenti dell’archeomitologa Marija Gimbutas e della sociologa Riane Eisler, nonché agli studi sviluppati negli ultimi quarant’anni in Italia sul sacro femminile di cui un’esponente di riferimento teorico per l’associazione è la ricercatrice italiana Luciana Percovich. Si ispirano inoltre agli insegnamenti veicolati dalla scuola spirituale del Goddess Temple di Glastonbury e alla teorizzazione del MadreMondo esposta da Kathy Jones. Si propone di diffondere una cultura del rispetto delle differenze fra esseri umani e fra generi; lo sviluppo della conoscenza degli strumenti, dei rituali e delle tradizioni spirituali antiche e moderne che costituiscono l’eredità dell’umanità.

L’Associazione vuole favorire l’incremento dell’interesse verso le antiche culture orientate alla partnership che pongono i valori matricentrici al centro della struttura sociale; la conoscenza della spiritualità indigena antica e moderna; un sempre maggiore equilibrio tra i generi e della creazione di una spiritualità olistica.

Lavoriamo per la re-visione dell’esperienza umana e la decostruzione dei modelli di pensiero di matrice patriarcale, aprendo la strada all’elaborazione di nuovi modelli sociali, culturali, politici, spirituali, educativi e formativi;

favorendo il ritorno ai valori di una società gilanica che onora il femminile e i relativi punti di riferimento nel sacro e nella vita quotidiana; la realizzazione di una società rinnovata e un modo di vivere la spiritualità e la ricerca più consapevole; l’esperienza diretta della dimensione rituale strutturando modelli culturalmente attendibili e riconnessi ad antiche e nuove realtà;

la creazione di un vissuto attraverso il quale le donne e gli uomini possano trasformarsi; consapevolizzare le persone rispetto alla presenza del divino femminile nella vita quotidiana;

lo sviluppo di una coscienza di genere, un maggior focus sulla coscienza politica, la capacità di confrontarsi, l’apprendimento delle dinamiche di gruppo femminili, il rinnovamento del significato di femminilità e mascolinità, il senso dell’impegno in una causa, il rispetto delle altre donne e uomini, l’apprendimento della capacità di dialogare in modo mediato, tramite forme di comunicazione non violenta e la gestione facilitata dei conflitti; lo sviluppo di nuovi modelli educativi e di sviluppo sociale comunitario.

L’Associazione propone:

-momenti di incontro come conferenze, seminari, corsi, convegni, workshop, momenti formativi, laboratori;
iniziative culturali, editoriali, spirituali, filosofiche, artistiche, artigianali, sportive, fisiche e psico-fisiche, educative, ludiche;
sessioni individuali di counselling; mediazione spirituale, aiuto alla persona;
sessioni individuali e consulenze per il benessere psicofisico; trattamenti di discipline olistiche;
Sito internet relativo alle attività associative;
Centro Studi sugli studi di genere (gender studies) e sul recupero della cultura matricentrica;
– di creare un Archivio e una Biblioteca associativi;
– di pubblicare newsletter, riviste, Libri ed altro materiale editoriale;
– di istituire Gruppi di Studio e di Ricerca;
– di introdurre la conoscenza culturale ed esperire la pratica spirituale relative alle antiche culture matricentriche e alle forme di attualizzazione delle stesse;
– di organizzare cerimonie e celebrazioni della tradizione matricentrica antica e moderna quali ad esempio: riti di passaggio; cerimonia del nome per neonati e bambini; cerimonie di unione; cerimonie di armoniosa separazione; celebrazioni della ruota dell’anno; celebrazione lunazioni; armonizzazione della casa e luoghi di lavoro, ed altre;
– di istituire percorsi di consulenza e sostegno per le donne nelle fasi cruciali della vita (menarca, gravidanza, menopausa etc.) e promuovere modalità alternative relative alla nascita e alla genitorialità in un ottica ispirata dai principi della partnership;
– di farsi portavoce della valorizzazione di luoghi sacri e siti archeologici e naturali, presenti a livello locale e nazionale; – organizzare visite guidate, viaggi associativi, tour dei luoghi di interesse legati alle ricerche dell’Associazione;
– di organizzare raccolte fondi da devolvere in beneficienza o ai fini dell’organizzazione di ulteriori eventi legati agli scopi associativi o all’acquisto di beni utilizzati per le attività associative.

 

Leggi lo Statuto dell’Associazione.

 

Il Tempio della Dea

Il tempio della Dea